image-571
image-210
image-699

SUI BINARI DEL TRENO CON I DRAISINES DE LA MOLIGNEE - BELGIO

IN CANOA TRA I CANALI DI LÜBBENAU/SPREEWALD - GERMANIA

logotrotrbianco2

the Reds on the Road


facebook
instagram
youtube

facebook
instagram
youtube
titolo sito 2

 2022 - the Reds on the Road - ALL RIGHTS RESERVED

IL PASSAGE DU GOIS, LA STRADA SOMMERSA DALLA MAREA

23/04/2021 16:58

Cristina e Mauro

EUROPA, FRANCIA, passage du gois camper, passage du gois, passage du gois bambini, passage du gois marea, marea passage du gois, alta marea francia, bassa marea Francia, Francia con bambini, francia in camper, camper francia, francia camper, strada che scompare, francia, theredsontheroad Francia, theredsontheroad passage du gois,

IL PASSAGE DU GOIS, LA STRADA SOMMERSA DALLA MAREA

La strada che appare e scompare a seconda dell'altezza delle maree. Pronti a percorrerla con noi?

passage-du-gois.jpeg

Parliamo di percorsi memorabili, di strade che non passano inosservate e panorami che cambiano mille volte durante il giorno. E di mete insolite in Francia.

Sapete quanto ci piacciano le strade panoramiche e quelle che rendono il viaggio vario ed interessante. Il Passage du Gois di sicuro non è una strada ordinaria.

Abbiamo scoperto l’esistenza di questo passaggio così speciale guardando un video sulle strade più pericolose del mondo.

No, se ve lo state chiedendo non è pericolosa come la strada della morte in Bolivia, per intenderci.

Perche' il Passage du Gois e' considerato pericoloso

 

Il Passage du Gois è considerato pericoloso perchè non può essere attraversato con la testa tra le nuvole.

Il tratto stradale si trova in una zona che viene costantemente sommersa dalla marea, dunque, per due volte al giorno, ogni giorno, la strada sparisce letteralmente sotto il livello del mare e chiaramente non è transitabile.

Ma per percorrere questo tratto basta qualche accortezza e vedrete che l’esperienza non solo non sarà pericolosa, ma diventerà un momento divertente e interessante per tutti!

Ovviamente serve conoscere gli orari delle maree, perché se no diventa impegnativa davvero.

 

In zona troverete infatti diversi cartelli con le foto di chi è rimasto fregato, di chi ha sottovalutato la velocità con cui il mare può alzarsi. E se per le persone ci sono diversi punti salvataggio con torri su cui arrampicarsi aspettando che la marea si abbassi, per le macchine il destino sarà decisamente meno roseo, quindi è meglio non rischiare.

Ci troviamo in Vandea, sulla costa atlantica della Francia, immersi in un paesaggio che cambia ciclicamente, di ora in ora. Questo lo rende unico nel suo genere perchè ogni tanto la strada è percorribile, ogni tanto no, perchè completamente sommersa dall'acqua.

 

La strada appare o scompare a seconda dell’altezza della marea e quindi è percorribile solo in certi momenti della giornata ad intervalli regolari. Surreale, vero?

 

Ma il bello non è solo transitare col finestrino abbassato e il vento tra i capelli osservando centinaia di persone che raccolgono ogni sorta di conchiglia, mollusco o crostaceo lasciato indietro dalla bassa marea, il bello è aspettare il momento in cui il mare sembra asciugarsi lasciando intravvedere l’asfalto sotto l’acqua oppure, come abbiamo scelto noi, quel momento in cui la schiuma della marea inizia ad arrivare da lontano come una mandria di cavalli bianchi al galoppo e man mano che si avvicina sommerge piano piano una porzione sempre più ampia di strada, fino a farla sparire del tutto. 

Come organizzare il passaggio sul Passage du Gois

 

Il trucco per non rischiare di perdere una giornata inutilmente è scaricare l’orario delle maree dal sito ufficiale e organizzare l’arrivo di conseguenza.

 

Tabella degli orari alla mano, diventa un gioco da ragazzi.

 

La regola, così come il cartello all’inizio della strada, dice che il passaggio è consentito da 1h30min prima a 1h30min dopo l’ora della bassa marea.

 

Nel nostro caso, la bassa marea era alle 12:39 e noi avevamo considerato di arrivare a metà mattina per vedere la strada apparire sotto l’acqua per poi percorrerla dalle 11:09. In realtà quando intorno alle 10 abbiamo raggiunto il parcheggio per i camper, abbiamo visto che la zona era già tutta in secca e che la strada era già tranquillamente percorribile, perciò abbiamo ripreso il camper e siamo partiti direzione Noirmoutier. 

 

Il percorso è di circa 5 km e lungo la strada non ci sono slarghi per potersi fermare, se non quelli improvvisati tra le pietre del fondo del mare, ma noi onestamente non ce la siamo sentita di avventurarci tra i sassi e il fango (abbiamo visto però macchine e camper più coraggiosi di noi...).

Abbiamo preferito fare una piccola sosta sull’Isola di Noirmoutier, incantevole e romantica, e poi ritornare indietro sempre attraverso il Passage du Gois.

Con il camper posteggiato al sicuro, abbiamo aspettato l’arrivo della marea del pomeriggio passeggiando sulle pietre che piano piano venivano sommerse dalla schiuma e scappando di corsa ad ogni piccola onda mossa dal vento.

Se state pensando di inserire il Passage du Gois nell'itinerario della Bretagna, qui trovate qualche altro suggerimento.


Conoscevate già questa strada speciale? L'avete percorsa?

Raccontateci nei commenti quanto è stato emozionante per voi!


passagedugois-1620847227.jpgpassagegois-1620847232.jpgpassagegoiscamper-1620847236.jpgpassagegoisbassamarea-1620847245.jpgpassagegoisaltamarea-1620847250.jpgpassagegoisfrancia-1620847254.jpgpassagegoisfrance-1620847264.jpgfranciapassagegois-1620847269.jpgpassagegoisbretagna-1620847273.jpgpassagegoisbretagne-1620847277.jpgpassagegoisbretagnafrancia-1620847282.jpgbretagnapassagegoisfrancia-1620847287.jpg

Grazie per aver visitato il nostro Blog!
Speriamo che i nostri consigli vi possano essere utili se state programmando un viaggio in queste zone e se vi servono altre informazioni non esitate a contattarci via mail all'indirizzo hello@theredsontheroad.com oppure attraverso il box che trovate qui sotto.

 

A presto, con altri racconti.

Cris, Mau, Ali e Samu

passage-du-gois.jpeg

PRIVACY POLICY ↟ COOKIE POLICY